Base dell’Aeronautica di Licola, cambio di Comando al 22° Gruppo: il tenente colonnello Manganelli subentra a Santucci

Homeattualità

Base dell’Aeronautica di Licola, cambio di Comando al 22° Gruppo: il tenente colonnello Manganelli subentra a Santucci

Base dell’Aeronautica di Licola, cambio di Comando al 22° Gruppo: il tenente colonnello Manganelli subentra a Santucci. La cerimonia, presieduta dal

Querela ad Angelo Ferrillo dal Movimento 5 Stelle, in aula il figlio di Casaleggio e l’onorevole Di Battista. Video
Il primo luglio riapre il parco acquatico Magic World di Licola: si chiamerà Pareo Park. Intervista in esclusiva al presidente Schiavo. Video
Buoni spesa, pubblicato un nuovo elenco dal Comune di Giugliano

Base dell’Aeronautica di Licola, cambio di Comando al 22° Gruppo: il tenente colonnello Manganelli subentra a Santucci.
La cerimonia, presieduta dal colonnello Maurizio Moscato, comandante del Reparto Difesa Aerea Missilistica Integrata presso il Comando, si è svolta alla presenza del sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi, del Vescovo di Pozzuoli ed Ischia, monsignor Carlo Villano, dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e delle autorità civili e militari limitrofe, a testimonianza del forte legame del Reparto con la realtà del territorio nord occidentale della Provincia di Napoli.
Il Colonnello Moscato, il quale ha assunto di recente il comando del Reparto D.A.M.I., ha espresso apprezzamento per i risultati raggiunti dal Ten. Col. Santucci, evidenziando l’importanza del servizio reso al Paese dal 22° Gruppo D.A.M.I., 365 giorni l’anno, 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Ha esortato, quindi, gli uomini e le donne del 22° a supportare l’azione di comando del TC Manganelli con la stessa abnegazione e professionalità sinora impiegata con il Comandante uscente ed ad operare al servizio della collettività e delle istituzioni affrontando ogni tipo di impegno operativo ed avversità con coraggio e entusiasmo, qualità queste che storicamente non sono mai mancate al 22° Gr.DAMI.
Il tenente colonnello Santucci ha definito il suo periodo di comando come un ricchissimo ed emozionante percorso professionale, da cui porterà con sé un bagaglio esperienziale che lo accompagnerà nei suoi impegni futuri. Un comando durante il quale sono state affrontate numerose sfide, con “umiltà e coraggio”, superate insieme ad una squadra di collaboratori e collaboratrici che ha saputo stringersi anche nei momenti più difficili grazie anche al supporto del cappellano militare don Alessandro Arnone. Ha ricordato inoltre i traguardi raggiunti sia dal punto di vista operativo che tecnico-logistico, rimarcando l’incessante supporto assicurato all’Alleanza Atlantica, oltre che alla Nazione, da parte del Gruppo, che in un momento storico critico a livello internazionale ha “ancora una volta risposto presente”. Impegnato oltre che nel suo compito istituzionale di sorveglianza dello spazio aereo, il 22° Gruppo D.A.M.I. ha anche reso disponibili, per le proprie competenze, uomini e donne per i vari teatri operativi al di fuori dei confini nazionali. Menzione speciale per le celebrazioni del Centenario dell’Aeronautica Militare, che hanno visto il 22° Gruppo D.A.M.I. attivo sul territorio con attività senza precedenti quali Open Day e la presenza tra la gente e per la gente di Giugliano in Campania, in occasione della festa della Madonna della Pace. Il Ten. Colonnello Santucci nell’augurare in bocca al lupo al suo successore ha auspicato un continuo della preziosa rete di collaudate sinergie che hanno permesso una “fondamentale funzione di cerniera tra Istituzione Militare e la Società” sul territorio giuglianese e non solo.

Il tenente colonnello Manganelli, ha raccolto la prestigiosa eredità, pienamente consapevole delle molteplici responsabilità assunte, ma altrettanto “fiero ed orgoglioso di poter comandare, da oggi, un Reparto simbolo dell’eccellenza nell’ambito della difesa aerea della nostra nazione”. In prima battuta nel condividere la sua vision di quella che sarà la sua azione di comando, ha indicato come stelle polari “prontezza ed adattabilità”, peculiarità necessarie in un contesto geopolitico fluido come quello attuale ed in grado di intercettare con coraggio e determinazione le imprevedibili nuove sfide che il futuro riserverà. Si è rivolto poi agli uomini e le donne del 22° Gruppo D.A.M.I. esortandoli ad una sana curiosità per migliorarsi ancora di più a beneficio dell’Ente e dell’Arma Azzurra, assicurando loro una guida improntata ad esempio, umiltà e rispetto della persona. Nel complimentarsi con il suo predecessore e rivolgendosi ai rappresentanti delle istituzioni presenti, ha manifestato grande entusiasmo per le iniziative sul territorio finora realizzate, confidando in una proficua collaborazione con gli enti locali per il prossimo futuro, nell’ottica di accrescere il significativo ruolo che il 22° Gruppo D.A.M.I. rappresenta per la società ed il territorio campano da ormai quasi 70 anni.

Il 22° Gruppo Difesa Aerea Missilistica Integrata contribuisce al compito dell’Aeronautica Militare di assicurare 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la sorveglianza dello Spazio Aereo Nazionale, mediante un complesso sistema di Difesa Aerea integrato sin dal tempo di pace con quello degli altri paesi NATO. L’eventuale ordine di decollo immediato ai velivoli intercettori, in gergo scramble, viene impartito dal CAOC (Combined Air Operation Centre) di Torrejon (Spagna), responsabile del servizio di sorveglianza dello spazio aereo del sud Europa, alle sale operative del 11° Gruppo D.A.M.I. di Poggio Renatico (FE) e del 22° Gruppo D.A.M.I. . I due Gruppi sono posti, per il tramite del Reparto D.A.M.I., alle dipendenze della Brigata Controllo Aerospazio che svolge le funzioni di Service Provider e referente di Forza Armata, attraverso il Comando Operazioni Aerospaziali, nei settori di Difesa Aerea Missilistica Integrata e di Coordinamento e Controllo del Traffico Aereo Operativo.

binary comment

binary comment

binary comment

binary comment

default

binary comment

binary comment