Il coronavirus non ferma lo spaccio di droga, pusher arrestato al Parco Verde di Caivano

Homeattualità

Il coronavirus non ferma lo spaccio di droga, pusher arrestato al Parco Verde di Caivano

In via Maddalena a Napoli denunciato un parcheggiatore abusivo

Parco Verde di Caivano, la polizia arresta un giovane per droga. Sono stati gli agenti del Commissariato di Afragola, durante un servizio di contrasto

Il capitano dei carabinieri di Giugliano De Lise: “Le rapine per acquistare abbigliamento alla moda”. Video
Coronavirus, i carabinieri blindano la città: controlli e posti di blocca a Giugliano
Coronavirus, a Giugliano zero contagi: i positivi restano 65, sette i guariti

Parco Verde di Caivano, la polizia arresta un giovane per droga. Sono stati gli agenti del Commissariato di Afragola, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, all’esterno di uno stabile del Parco Verde di Caivano hanno notato un giovane che, dopo aver prelevato qualcosa da un’aiuola, l’ha consegnata ad un uomo in cambio di denaro.
Lo spacciatore, alla loro vista, ha tentato la fuga disfacendosi di alcuni involucri ma è stato bloccato e trovato in possesso  di 60 euro mentre i poliziotti hanno recuperato 3 stecche di hashish del peso di circa 4 grammi. Giosuè Maione, 24enne di Caivano, è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e sanzionato perché inottemperante alla normativa finalizzata a garantire il rispetto delle misure urgenti per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid19. In via Maddalena a Napoli, invece, gli agenti del commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato in via Maddalena una persona che stava svolgendo l’illecita attività di parcheggiatore abusivo.
P.D.D., 42enne napoletano , è stato sanzionato ai sensi dell’art.7 co.15bis del Codice della Strada e contestualmente gli è stato notificato l’ ordine di allontanamento.
Inoltre, è stato sanzionato perché inottemperante alla normativa finalizzata a garantire il rispetto delle misure urgenti per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid19.