TABACCAIO SCOMPARSO A LAGO PATRIA, MOBILITAZIONE DEGLI AMICI RADIOAMATORI: SETACCIATA LA ZONA. GUARDA IL VIDEO

Homecronaca

TABACCAIO SCOMPARSO A LAGO PATRIA, MOBILITAZIONE DEGLI AMICI RADIOAMATORI: SETACCIATA LA ZONA. GUARDA IL VIDEO

È sparito nel nulla. Di lui si sono perse le tracce mercoledì mattina poco dopo le sei del mattino. Giuseppe Mautone, detto Geppino, cinquantenne taba

Investito e ucciso davanti alla discoteca Living di Varcaturo, fermato un 22enne: una rissa nel locale prima della tragedia. Video
Consorzio Unico di Bacino, lavoratori senza stipendio da 50 mesi: controllano le discariche. Video
Al Quinto Circolo Didattico di Giugliano si festeggia il Natale con il villaggio e i mercatini dei bambini. Video

È sparito nel nulla. Di lui si sono perse le tracce mercoledì mattina poco dopo le sei del mattino. Giuseppe Mautone, detto Geppino, cinquantenne tabaccaio di Giugliano è scomparso. L’auto è stata ritrovata sul bordi del Lago Patria, chiusa e senza nessun segno che possa far pensare al peggio e mano di duecento metri dal centro remiero. E proprio lì che ieri pomeriggio è partita una task force organizzata dall’associazione radioamatori Italiani di Mugnano ‘Francesco Cossiga’ ,una settantina di membri dell’associazione e diversi amici di Geppino. I volontari hanno controllato palmo a palmo il Lago Patria. Nulla è stato tralasciato. Con loro anche il responsabile della Lipu di Lago Patria che, insieme agli agenti del Commissariato di polizia di Giugliano, hanno effettuato dei controlli nel centro remiero. Si sono suddivisi in gruppi, attaccando ovunque dei volantini con la foto di Geppino e i numeri da contattare: quelli delle forze dell’ordine. L’intera città è in apprensione per il cinquantenne che gestisce una storica tabaccheria di piazza Annunziata a Giugliano. A dare l’allarme della scomparsa era stata la sorella dell’uomo sarebbe sceso di casa come ogni mattina intorno alle sei. Con se ha portato il portafoglio, il cellulare e le chiavi dell’auto della sorella, vettura ritrovata sulla strada che costeggia i Lago Patria. Tanti gli interrogativi. Tanti i dubbi. Il cinquantenne, separato e padre di una bambina, ogni mattina telefonava alla figlia. “È una persona metodica, ogni mattina apre il negozio poco dopo le sei, effettua le pulizie e poi va a prendere il caffè con gli amici” raccontano i conoscenti, gli amici di sempre e con cui divide la passione per le radiotrasmittenti. Per alcuni Geppino sarebbe salito a bordo di un’altra auto, alla cui guida c’era forse una persona che lui conosceva e di cui si fidava. Supposizioni che saranno più chiare quando in carabinieri saranno in possesso dei tabulati telefonici.