Vendeva frutta ma doveva stare chiuso per l’emergenza coronavirus, due denunciati

Homeattualità

Vendeva frutta ma doveva stare chiuso per l’emergenza coronavirus, due denunciati

Il gestore era privo di licenza, è successo a Lago Patria a Giugliano

Vendeva frutta ma doveva stare chiuso per l'emergenza coronavirus, due denunciati. Sono stati gli agenti del Commissariato di polizia Giugliano-Villa

Coronavirus, fase2: dal 4 maggio si riparte a metà. I parrucchieri e i centri estetici riapriranno a giugno
Crisi da coronavirus, i commercialisti di Napoli Nord contro le misure del Governo: “Nessun ruolo della categoria nella gestione della crisi”
Tentato furto in un bar, le guardie giurate della Union Security fermano un 50enne

Vendeva frutta ma doveva stare chiuso per l’emergenza coronavirus, due denunciati. Sono stati gli agenti del Commissariato di polizia Giugliano-Villaricca, durante un servizio di controllo del territorio, transitando in via San Francesco a Patria a notare un banco di vendita di frutta e verdura all’esterno di uno stabile.
I poliziotti si sono avvicinati ed hanno sanzionato il titolare e un cliente, che stava acquistando alcuni prodotti, per aver violato le norme finalizzate a contenere il contagio da Covid19.
Inoltre, con il supporto di una pattuglia della Polizia Locale di Giugliano, gli agenti hanno sanzionato amministrativamente il titolare anche per l’assenza di autorizzazione per svolgere l’attività di esercizio di vicinato e per assenza di autorizzazione di tipo sanitario.