Terra dei fuochi, controlli e sequestri di rifiuti e materiali pericolosi a Giugliano e a Villaricca

Homeattualità

Terra dei fuochi, controlli e sequestri di rifiuti e materiali pericolosi a Giugliano e a Villaricca

Scoperto anche un lavoratore a nero che percepiva il reddito di cittadinanza

‘Action day’ interforze nella ‘Terra dei Fuochi’, sequestrate aree abusive con cumuli di rifiuti derivanti da scarti di lavorazione di attività illeci

Coronavirus a Giugliano, un nuovo positivo in città
‘Una giornata normale nella Terra dei fuochi’, i vigili ispezionano i furgoni ‘sospetti’ alla ricerca di rifiuti. Video
All’Auchan arriva Babbo Natale, scelto il Santa Claus dopo le selezioni del casting. Video

‘Action day’ interforze nella ‘Terra dei Fuochi’, sequestrate aree abusive con cumuli di rifiuti derivanti da scarti di lavorazione di attività illecite per un totale circa 6.500 mq. Nell’ambito della “Operazione ripartenza” si è attuata nella giornata di ieri una operazione di controllo straordinario del territorio nei Comuni di Giugliano, Villaricca e Marcianise programmata dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania, Filippo Romano. In campo 21 equipaggi per un totale di 57 unità appartenenti al Raggruppamento Campania dell’Esercito, agli agenti del Commissariato di polizia di Giugliano, ai carabinieri Forestali della Stazione di Giugliano, alla Compagnia della Guardia di Finanza di Giugliano e del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, alla Polizia Metropolitana e  all’ARPAC. Sequestrata una attività imprenditoriale e sanzionate quattro attività commerciali; 8 persone identificate, di cui 2 denunciate e un lavoratore irregolare, 13 veicoli controllati di cui 13 sequestrati; circa 400 pneumatici sequestrati; una decadenza dal reddito di cittadinanza per un lavoratore al nero; circa tremila euro di sanzioni amministrative comminate, a parte le conseguenze penali che ne seguiranno. Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni i reati contestati. La “Operazione ripartenza” è mirata al controllo di specifici territori e di specifiche filiere produttive; quella odierna è stata dedicata alla filiera dei pneumatici e a quella del tessile. L’operazione proseguirà con diversi interventi per tutto il prossimo mese di giugno al fine di contrastare il riacutizzarsi di fenomeni di discarica abusiva e conseguenti roghi di rifiuti dopo la fine del “Lockdown”.