Poliziotto e vigilantes ferito durante rapina in banca, Iovinella (Tutela Forze Armate): “Così non si può più andare avanti”

Homeattualità

Poliziotto e vigilantes ferito durante rapina in banca, Iovinella (Tutela Forze Armate): “Così non si può più andare avanti”

I malviventi hanno assaltato il furgone portavalori fuori la filiale

Un poliziotto e una guardia giurata sono rimasti feriti durante una rapina in banca ad Aversa, in viale Kennedy. I rapinatori hanno aperto il fuoco fu

“NewPro, professionisti si diventa”: termina il progetto per 35 laureandi che hanno partecipato al tirocinio negli ordini professionali. Video
Racket, a Giugliano e a Parete esplose bombe contro tre negozi: nel mirino una ditta di onoranze funebri. Video
Conciliazione e crisi economica, in campo gli esperti dell’Odcec Napoli Nord. Video

Un poliziotto e una guardia giurata sono rimasti feriti durante una rapina in banca ad Aversa, in viale Kennedy. I rapinatori hanno aperto il fuoco fuori alla filiale della Bnl, esplodendo almeno dieci colpi tra pistola e Kalashnikov. A restare feriti sono stati un poliziotto libero dal servizio, un sovrintendente capo in servizio alla Polfer di Napoli e la guardia particolare giurata impiegata nella filiale: entrambi hanno reagito alla rapina.
L’Associazione Tutela delle Forze Armate, con il vicepresidente Valerio Iovinella già da mesi ha lanciato il grido d’allarme e ribadisce anche oggi la propria posizione: “In questo modo non si può più andare avanti, servono leggi a tutela degli agenti che ogni giorno in strada rischiano la vita. E’ indifferibile provvedere a qualificare le guardie giurate che al pari degli agenti di pubblica sicurezza sono schierati quotidianamente in strada ed esposti agli stessi rischi, come è avvenuto stamattina ad Aversa Con l’inizio della Fase 2, il maggior flusso di persone e la crisi economica post pandemia, i rischi aumentano ancora di più. Il Governo deve rendersene conto prima che sia troppo tardi. Nei prossimi giorni – spiega – provvederò personalmente ad inviare una nota al Prefetto ed al Ministero degli Interni per sollecitare la questione. I due feriti si trovano all’ospedale Moscati di Aversa, i medici stanno valutando le loro condizioni di salute ma non sarebbero in pericolo di vita. A loro – conclude – da parte della nostra associazione va l’augurio di una pronta guarigione”.