Olimpiadi, il grande cuore dei fratelli Vicino di Giugliano dopo la medaglia olimpica: aiutiamo nostro padre che non percepisce lo stipendio. Video

Homeattualità

Olimpiadi, il grande cuore dei fratelli Vicino di Giugliano dopo la medaglia olimpica: aiutiamo nostro padre che non percepisce lo stipendio. Video

Due medaglie, un bronzo alle olimpiadi di Rio 2016 e una medaglia d’argento ai mondiali di canottaggio. Poi c’è quella più importante, quella legata a

La Nazionale di Canottaggio della Romania si allena a Lago Patria. Giugliano si candida ad ospitare le Universiadi del 2019. Video
Covid19, in Campania i casi salgono a 10: i focolai tra il casertano e il napoletano
Tentato furto in un bar, le guardie giurate della Union Security fermano un 50enne

Due medaglie, un bronzo alle olimpiadi di Rio 2016 e una medaglia d’argento ai mondiali di canottaggio. Poi c’è quella più importante, quella legata alla famiglia: aiutano il padre che da quattro anni non percepisce lo stipendio dall’ex consorzio di bacino. Papà Alessandro è custode alla discarica di Sette Cainati, l’epicentro della terra dei fuochi per intenderci, e da queste terre, dal Lago Patria due fratelli Vicino stanno portando nel mondo il nome della città di Giugliano ma non per fatti negativi, ma per l’eccellenza di uno sport: il canottaggio. Sono cresciuti a Licola, fin da piccoli hanno imparato a remare nel Lago Patria, il lago a forma di cuore. Mamma Enza l’oro lo ha già vinto, sono i suoi quattro figli: Giuseppe, Antonio e i gemelli Marco e Luca.