La camorra ritorna a sparare, uomo ferito a Sant’Antimo: è in fin di vita. Video

E’ stato ferito fuori l’abitazione dei suoi familiari. E’ quanto successo tra le 18 e le 19 in via Solimene, nei pressi del rione popolare. Un uomo di 40 anni, con precedenti per droga, è stato gravemente ferito in un agguato scattato a Sant’Antimo. L’uomo sarebbe stato raggiunto dai sicari e ferito da tre colpi d’arma da fuoco al petto: è ricoverato in gravissime condizioni nell’ospedale di Aversa. Sull’accaduto sono in corso indagini dei carabinieri di Giugliano. Sul luogo dell’agguato i militari dell’Arma hanno trovato alcune macchie di sangue e l’auto della vittima parcheggiata: la vettura ha un foro prodotto da un proiettile e a terra non sono stati trovati bossoli ma solo un’ogiva, che fa propendere gli investigatori che chi ha sparato ha utilizzato una pistola a tamburo. I carabinieri non escludono nessuna pista sul movente dell’agguato, fatto sta che chi ha premuto il grilletto lo fa fatto per uccidere. Il ferimento potrebbe essere scaturito da una lite per la gestione della droga oppure per una punizione decretata dagli ambienti legati alla criminalità organizzata.