Terremoto, i ‘dimenticati’ del sisma del 1980: vivono da 36 anni nei container. Sette famiglie attendono gli alloggi a Licola. Video

Sono sette nuclei familiari che dal 1980 vivono nei container installati un decennio prima per il Bradisismo. Siamo in via Licola Mare, sul territorio di Pozzuoli, dove le famiglie degli sfollati del tremendo sisma che colpì la Campania il 23 novembre del 1980, attendono ancora di ottenere una casa. Originariamente erano 15 la famiglie, poi alcune di loro hanno ottenuto gli alloggi e altre sono andate via. Vivono in container e con l’incubo delle infiltrazioni d’acqua causate dalla pioggia. Alloggi che, a distanza di quasi quarant’anni sono ancora lì. Mura bucate e divelte, ruggine ovunque. Negli alloggi vuoti, lasciati nell’incuria totale, ci sono insetti e animali, che rendono ancor di più la zona pericolosa: i residenti devono ‘combattere’ contro ratti e cani randagi. In quella zona la ricostruzione post terremoto è ancora un miraggio.