BIMBO DI 10 ANNI USTIONATO MENTRE LAVORA ALL’INTERNO DELL’OFFICINA MECCANICA ILLEGALE, DENUNCIATO IL TITOLARE. GUARDA IL VIDEO

A dieci anni anziché giocare lavorava in un’officina che peraltro era illegale. Poi l’incidente e le ustioni alle gambe e sulle braccia. La corsa in ospedale, prima al San Giuliano di Giugliano e poi al Santobono. La verità, però, non doveva venire a galla, non si doveva sapere che G. P. stava lavorando. “Stava incendiando delle sterpaglie con degli amichetti, utilizzando dell’alcol e così che si è bruciato” ha raccontato ai medici e alla polizia chi lo ha soccorso. Ma gli agenti del Commissariato di Giugliano non hanno creduto alla versione. Gli uomini diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino hanno voluto indagare fino in fondo e poi hanno scoperto che dietro a quell’incidente c’era una storia di sfruttamento, quello legato al lavoro minorile. Il bambino è ricoverato in ospedale. Gli agenti hanno così apposto i sigilli all’officina illegale e denunciato per false dichiarazioni, lesioni personale gravi, sfruttamento minorile e simulazione di reato, oltre che per i reati legati all’officina illegale, il 22enne G. T. di Giugliano, gestore dell’illecita attività commerciale.