CAMORRA NEL CASERTANO, 57 ARRESTI: I FAMILIARI ASSEDIANO LA COMPAGNIA DEI CARABINIERI. GUARDA IL VIDEO

I carabinieri della compagnia di Mondragone hanno eseguito, nelle province di Caserta, Napoli, Latina, Varese, Pavia e Roma 57 provvedimenti cautelari emessi dal gip di Napoli per reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, estorsione, tentato omicidio in concorso, detenzione e porto illegale di armi da fuoco e ricettazione, reati aggravati dal metodo mafioso. L’indagine ha permesso, tra l’altro, di far luce su estorsioni ai danni di imprenditori locali e di ditte edili impegnate nella realizzazione di lavori pubblici. Ricostruiti anche due tentati omicidi e sta accertato il ruolo svolto dalle donne all’interno del clan Fragnoli-Gagliardi-Pagliuca, mogli degli affiliati, alle quali venivano versate periodiche somme di denaro necessarie al mantenimento dei familiari detenuti. L’indagine ha fatto luce anche su un tentato omicidio di quattro anni fa. Il gruppo Fragnoli-Gagliardi-Pagliuca, è emerso dalle intercettazioni dei carabinieri, ha chiesto il ‘pizzo’ a imprenditori soprattutto edili nel territorio del casertano in almeno 15 casi. Indagando sulla cosca, poi, i militari dell’Arma hanno scoperto un altro gruppo, legato al cartello camorrista, che gestiva le piazze di spaccio del territorio per la vendita di cocaina, crack, hashish e marijuana, il tutto grazie ad una fitta rete di pusher.